Bijoux

La collana tricotin

collana_tric_thumbQuesto gioiello improvvisato non brilla certo per originalità dell’idea o per i materiali utilizzati, ma ne sono fiera per la velocità con cui è nato. Anche in questo caso l’idea viene da Pinterest, che nei giorni scorsi ha fatto veramente di tutto per farmi capir che si stava avvicinando la festa della mamma. Non che qualcuno in casa mia tenga particolarmente a questo tipo di ricorrenze, ma quella “collana per la festa della mamma” alla mia genitrice in effetti sarebbe proprio piaciuta… e allora vai, facciamola! Continua a leggere “La collana tricotin”

Annunci
Accessories, Crochet e tricot

Infinity scarf a ventagli

scaldacollo tumbSu, su ditelo. Ma quanta ce n’avrà, di quella lana viola? Tanta, tanta… avete presente che affari si possono concludere su un banco del mercato? 🙂 Questo morbidissimo filato mi ha infatti già regalato la mantella e, l’anno scorso, i boot cuffs. Poco prima di Natale è stata l’ora della infinity scarf, o scaldacollo che dir si voglia; non per me, che di viola nell’armadio ne ho già a sufficienza, ma destinata alla sorellaccia adolescente. Continua a leggere “Infinity scarf a ventagli”

Rummaging in the hollow

Riciclo e recupero creativo

StampaEvviva!!! Fancyhollow è sul numero di Aprile di Riciclo e Recupero Creativo, una delle tante riviste di Editoria Europea dedicate alla creatività, che a giorni sarà in edicola (o acquistabile online). Tutto è cominciato a dicembre, quando, in cerca di ispirazione, ho acquistato un numero di Casa CreativaContinua a leggere “Riciclo e recupero creativo”

Accessories, Crochet e tricot

La sciarpa multipla

A proposito di tricottino… quando ho scoperto, su un banchino prenatalizio ad Orvieto, di cosa si trattava, non ho potuto fare a meno di documentarmi, rifarne uno più o meno arrangiato e cominciare a fare piccoli tubi di lana con cui realizzare spille, fiori, decorazioni. Poi la svolta: mi è stato regalato il tricottino a manovella! Questo aggeggio consente di realizzare metri e metri di caterinetta in pochissimo tempo, e quindi, visto che le applicazioni pratiche di un tubo di lana del diametro di circa un centimetro, per quanto grazioso esso sia, sono piuttosto limitate,  ho dovuto pensare  a un modo per impiegarle… una bella inversione “scopo” – “mezzo”, vero?

Sul banchino di Orvieto avevo visto delle collane realizzate con più giri di tricottino; applicando ripetutamente lo stesso principio ho pensato di fare una sciarpa.

Ho impiegato circa 200 g di lana, come per una sciarpa normale; sono 8 fili di lana beige e uno di lana verde scura, di lunghezza diversa tra loro ma tutti sufficenti a fare due giri attorno al collo. Alle estremità i fili sono raccolti insieme da un legaccio verde (sempre realizzato a tricottino) decorato con un fiore da una parte, e da due legacci, uno verde e uno dorato come la parte centrale del fiore, dall’altra. Oltre all’effetto, tiene anche caldo…