T.T.T. (Tropical Toucan T-shirt!)

L’anno scorso erano fenicotteri e unicorni; quest’anno sono le foglione di palma e monstera che spadroneggiano su tessuti, cuscini e abbigliamento, con ogni richiamo possibile alla jungla tropicale. All’inizio non li vedi neanche; poi magari storci il naso; e invece alla fine ti abitui e, non sai come, ma ti piacciono anche! Così, incurante di aver pensato che sono tornate in voga quelle terribili fantasie da divano anni Ottanta e che le magliette con le maxi stampe o le grafiche con i disegnini fitti fitti e ripetuti (pardon, “patternizzati”) ce le avevi sul pigiama palazzo coi bottoni a caramella quando avevi dieci anni, Continua a leggere

Annunci

Una crostata… disegnata

Ognuno le ricette le fa a modo suo. Anche attenendosi scrupolosamente alle indicazioni, ogni cuoco ha i propri strumenti, i propri ingredienti segreti, il proprio tocco. Quello di Alice, per esempio, è inconfondibile, specialmente se si tratta di dolci e di dolci rosa. Basta guardarne le foto per evocare cucine piastrellate di bianco, con mazzi di lavanda e stampi di rame appesi alle pareti, lunghi banchi di legno consunto, mortai in marmo e frullini a manovella; Continua a leggere

Gatti maghi & cartoline *

In questo post ci sono le anime di due blog; ci sono dei gatti, veri, finti e immaginati; ci sono un sentimento condiviso e un’ispirazione fulminea dalla realizzazione lunga e strascicata. Tutto sintetizzato in una cartolina, un po’ affiche un po’ pagina di Harry Potter.
A suggerirmi l’idea è stata una frase di un post di Benedetta, una pagina che parlava più di nuvole che di gomitoli e una delle tante da cui fa capolino il suo micio Merlino.

Continua a leggere

Spugne & conigli

Ci sono le ricorrenze; ci sono le tradizioni, quelle che hanno un sapore speciale perché sono nate contestualmente alla ricorrenza stessa; ci sono le amiche e ci sono i picnic di primavera. E fin qui, penso che anche dall’esterno il ragionamento si possa seguire. E poi però ci sono i conigli: quelle infinite repliche di un unico e oramai mitico esemplare, che come ogni nume tutelare che si rispetti nessuno sa mai dov’è ma si materializza ogni volta al momento giusto in una veste diversa. E sul coniglio il collegamento diventa un po’ meno immediato, Continua a leggere

Un gatto tattile

…per salvare Pistache! Pistache è la sorella-gatta di Agata. È la sua amica di poppate, coinquilina di box e collega di palestrina; adesso che gattonano ad armi zampe pari, anche compagna di giochi. E nessun pupazzino di Agata, per quanto morbido o colorato, può competere col pelo setoso e il fascino di una micia piratessa monocola che scruta ogni suo mivimento. Continua a leggere

Cammeo siciliano

I viaggi lasciano sempre tante cose; i viaggi in Sicilia lasciano anche tante cose deliziose da mangiare (o mangiate!); questo viaggio in Sicilia mi ha regalato anche una novella antica, che non conoscevo e il cui ricordo mi ha piacevolmente accompagnata nei giorni del rientro, fino a ispirarmi una piccola creazione. Si tratta della storia dell’origine dei vasi (graste, in dialetto) a forma di testa di moro e di bella fanciulla, incoronati e decorati con colori sgargianti, che spuntano un po’ su tutte le terrazze della regione, tra ringhiere panciute, puttini smorfiosi e opuntie ipertrofiche. Continua a leggere

Il coordinato da bici

Mi sono fatta perdonare. Due anni di richieste di un copricestino per la bici, due anni di sciarpe pupazzi disegni bijoux… e quel copricestino proprio non ci è voluto entrare. Si vede che anche i copricestini hanno il loro tempo di maturazione… La Chiara però è rimasta lì ad aspettare, a volte un po’ più fiduciosa e a volte un po’ meno, e per tenerla buona nei momenti bui si attivato persino Spank. Ma ora mi sono fatta perdonare: non solo il copricestino, ma una shopper allegra e colorata in coordinato. E ora la sfido a non andare a fare la spesa in bici! Continua a leggere