Origami

Schermata del 2013-10-18 22:58:00Alzi la mano chi non ha mai fatto una barchetta o un cappellino con la carta di giornale! Ebbene: anche quello è origami, l’antica arte giapponese di piegare la carta. Quando ero piccina, bella fiera dei miei due libri di “Origami facile” e “Origami didattico” arrivati per un Natale, producevo figurine e personaggi di carta in quantità: ci ho fatto lo zoo, la città, il presepe… Poi basta. Di recente però, per realizzare un biglietto, ho riscoperto dopo anni di abbandono la versatilità di questa tecnica, scoprendo che con la carta si possono realizzare anche meravigliose sculture, come quelle create da Peter (wonko) Whitehouse, o addirittura gioielli, come quelli di Catamation (vale una visita il suo negozio su Etsy).

sculture_origamiGeneralmente, per realizzare un origami, si parte da un foglio quadrato; esistono in commercio le apposite carte, leggere e al contempo elastiche, decorate da variopinte fantasie, ma si possono utilizzare veline, carta di giornale, tovaglioli di carta, pagine di vecchi libri o addirittura ritagli di stoffa, a seconda dell’effetto che si vuole ottenere. Oltre che essere divertente da realizzare, infatti, un piccolo origami può anche servire a dare quel tocco in più al packaging di un oggetto fatto a mano, accompagnandolo o addirittura contenendolo!

Ecco qualche idea:

Tantissimi origami, per esempio, si prestano bene a decorare un biglietto: quelli più adatti sono quelli di forma piatta, come l’abito, la geisha o un semplice  funghetto. In questi casi l’effetto finale può essere arricchito dall’aggiunta di dettagli realizzati con materiali diversi, come un fiocchino, un particolare di stoffa, filo metallico o pasta sintetica.

origami_tumbgeishaCon la carta piegata si possono realizzare anche piccoli contenitori: una scatolina di carta può essere l’ideale per confezionare un regalo fatto a mano, ma anche un dolcino o una bomboniera. La scatola ottenuta con l’origami è una delle realizzazioni più semplici: se ne possono fare anche due, da chiudere una sull’altra, ed il coperchio si presta ad essere decorato da un’altra piccola figurina di qualsiasi materiale.

scatola-fine.pngUn altro modo di impiegare l’origami è nella decorazione della tavola per le occasioni speciali. Intanto si possono piegare i tovaglioli, di carta o stoffa che siano, a forma di camicia o ventaglio, come si trovano a volte al ristorante cinese (una volta in albergo ho trovato anche gli asciugamani piegati così, poggiati sul letto!). Di grande effetto è poi la ninfea: già particolarmente adatta a contenere un lumino o una candela per la sua forma sferica, renderà ancora di più se la realizza con carta velina o tovaglioli di carta colorati che lasciano filtrare la luce.

tovaglioli

C’è n’è di che lavorare… e voi? come utilizzate i vostri origami?

Postilla: aggiungo un link ad una galleria scoperta dopo la composizione dell’articolo: Nano-Origami… sorprendente. Con questi davvero si può fare ciò che si vuole!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...