I Netsuke

Recentemente, visitando una mostra sull’arte giapponese, ho visto per la prima volta dei netsuke; senza capire neanche troppo bene cosa fossero sono rimasta molto colpita da queste piccolissime statuine, miniature di persone, animali o demoni finemente intagliati nell’avorio, con una impressionante quantità di dettagli ed estremamente espressive. Per caso, poi, ho iniziato a leggere un romanzo che parla proprio di una collezione di questi oggetti e, incuriosita sull’argomento, mi sono documentata un po’.

Ho scoperto così che i netsuke sono in realtà dei bottoni (e infatti hanno tutti un foro passante nella parte posteriore), realizzati in avorio o legno, che servivano per allacciare una scatolina porta tabacco o porta oggetti all’obi, l’alta cintura del kimono. La moda dei netsuke tridimensionali da indossare come ornamento, oltre che come oggetto dalla funzionalità pratica, pare si sia diffusa dal 1700, ma la loro produzione si sarebbe incrementata alla fine del secolo successivo anche al solo fine di soddisfare la domanda dei collezionisti occidentali, dopo che, proprio in quel periodo, il “giapponismo” era diventato una moda.

scimmie netsukegufo netsukenetsuke topo

Navigando in rete, dove si trovano siti specializzati (http://netsuke.it/Netsuke/index.htmlhttp://www.netsuke.org/, http://www.netsuke.com/), ho trovato degli esempi deliziosi (che siano antichi o moderni) che vi ripropongo. Quelli che mi piacciono di più sono gli animaletti, i topi in particolare (ma anche le scimmie, il gufo, il drago e l’inquietante omino col topo sulla schiena)… Una lunghissima serie di scenette di genere mignon che affascinano e fanno sorridere.

drago netsukeomino topo netsuke

Tutto questo per cultura, e va bene. E poi? E poi ho pensato che anche io potrei fare il mio netsuke! Per ora è soltanto un’idea, non so se potrebbe funzionare o meno, ma la butto là: visto che la mia esperienza di intagliatrice si limita alla morbida corteccia di sughero e che momentaneamente (;-P) non dispongo di grandi quantità di avorio, perché non provare a fare un animaletto di sapone? Secondo me quei bei panetti di Marsiglia per il bucato andrebbero benissimo…

2 pensieri su “I Netsuke

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...