Duck-tape dresses

ovvero: Ma da dove vieni?

NYC. Fashion, vetrine, tendenze, stravaganze… Passeggiando per le strade della Grande Mela non c’è niente di più facile che rimanere catturati da qualcosa di insolito, tra suoni e colori così nuovi e diversi. E, tra le tante cose che hanno attirato la mia attenzione, mi è caduto l’occhio anche su questa vetrina:

duct_dress1duct_dress2

E non tanto per le tonalità fluo, né per il taglio degli abiti, quanto piuttosto per il materiale con cui i capi erano cucit… ehm: realizzati. Era proprio nastro adesivo! Geniali. Una trovata pubblicitaria? L’ultimo ritrovato in fatto di tessuti sintetici? Macché. Praticamente, routine!!!

Una volta a casa, infatti, mi sono documentata. E ho scoperto che intanto non di banale nastro adesivo si trattava, ma del famoso Duck (o Duct) Tape, detto anche comunemente nastro americano: un adesivo telato e impermeabile, particolarmente resistente e appiccicoso, che viene usato per riparare praticamente tutto.

Impiegato nell’industria fin dai primi del ‘900, è alla metà degli anni ’90 che il Duck Tape viene alla ribalta, grazie ai Duct Tape Guys, due originali e insoliti personaggi che, oltre a scrivere sui molteplici usi del nastro americano (hanno all’attivo ben sette libri…), iniziano a sistematizzarne l’impiego per gli scopi più strani, dando il via a mode strampalate e originali produzioni di abiti, calzature, accessori,  soprammobili… (basta un’occhiata al sito per averne un’idea). Addirittura oggi esistono competizioni annuali per chi realizza il miglior prom dress (l’abito che negli Stati Uniti i liceali indossano per il ballo di fine anno) creato con il Duck Tape…

Una rapida ricognizione nel web, del resto, è sufficiente per farsi un quadro della quantità di usi a cui sia stato destinato il famoso nastro: non solo abiti, ma borse, bracciali, persino mazzi di fiori

duct_creations

Niente di più normale, quindi, degli abitini sgargianti visti in vetrina. E, se mi son sembrati strani… sarà mica perché vengo dal “vecchio mondo”?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...