Cianotipie

Le cianotipie sono stampe ottenute mediante una tecnica fotografica messa a punto dallo scienziato J. Herschel nel 1842: il supporto viene sensibilizzato con una soluzione di due sali di ferro (il ferricianuro di potassio e il citrato ferrico ammoniacale) che mescolati tra loro diventano sensibili all’ultravioletto. Se esposto alla luce il supporto diventa blu, conservando l’impronta di quello che vi è stato appoggiato sopra.

Le cianotipie si prestano ad essere riprodotte su carta o su stoffa, i soggetti possono essere replicati, ma ogni stampa è un pezzo unico e originale. (Click sull’immagine per ingrandire!)

Per saperne di più, contattami lasciando un commento qui, sui social, oppure scrivendo all’indirizzo silvia_bolognesi@hotmail.com.

Annunci