Accessories

C’era una fiaba 2: La lepre e la tartaruga

Viviana dice “sghembare”, io dico “straliciare”; a diverse latitudini della lingua italiana definisce una stessa, identica situazione, la Nemesi della sarta alle prese con uno scampolo troppo preciso. Significa che il taglio della stoffa non è diritto rispetto all’andamento dei fili, e che quindi, per raddrizzarla, la superficie utilizzabile si ridurrà tantissimo; un po’ come quando ruoti una foto su Instagram, e inevitabilmente ne perdi pezzi qua e là. È quello che è successo con alcune delle pezze acquistate per la realizzazione delle borse e che hanno costretto Viviana ad un certosino lavoro di progettazione… ma che alla fine ha dato i suoi frutti!

Oggi vi presentiamo la seconda coppia borsa-pochette, ispirata alla favola di esopo “La lepre e la tartaruga”. Una gara apparentemente già scritta, quella tra le due, per la quale la velocissima lepre non avrebbe avuto bisogno di impegnarsi neanche un po’. Anzi, avrebbe potuto anche permettersi di schiacciare un pisolino a metà strada… quel tanto che basta per farsi superare, e vincere, dalla flemmatica tartaruga (che poi, a voler essere precisi, sarebbe una testuggine, almeno quella del disegno! :-)). Ho mytos deloi hoti*… mai sottovalutare gli avversari!

La lepre campeggia spavalda sul davanti della borsa, la tartaruga biascica flemmatica il suo filino d’erba sulla pochette.

La fantasia abbinata è composta di triangoli su un delicato verdolino, mentre l’interno e il fondo, sono, in entrambi i casi, neri. Se volete saperne di più sul progetto “C’era una favola!” vi rimando al post di presentazione; per l’altro set già presentato vi rimando al post precedente!

Viviana invece la racconta così… Potrete ritrovare tutte le immagini pubblicate anche scorrendo la pagina Accessori illustrati, nella sezione “C’era una fiaba!”. Per informazioni, potete contattarci via mail o tramite il blog.

*Così Esopo avrebbe detto “La favola insegna che…”

 

Annunci

4 pensieri riguardo “C’era una fiaba 2: La lepre e la tartaruga”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.