Pictures & paper

Sono arrivate le cartoline

Ci hanno messo un mesetto, come se davvero fossero partite dalla Grecia a dorso di ciuco. L’ispirazione che le ha dettate però è quella del momento, e la matita le ha afferrate subito, il giorno in cui la Civetta si è lasciata ammaliare alle pendici del Parnaso e, poi, quando si è appollaiata sulla campana di Agios Nikolaos. Ma ci è voluto un po’ di tempo per rielaborarle e completarle, e così adesso arrivano come nuove e sconosciute, da guardare come una foto ritrovata per caso. Perché se un mese di routine minaccia di sbiadire il ricordo della vacanza, loro lo ripassano a colori! 🙂

La cartolina di Delfi rispecchia la versione della Civetta del mito di Pitone, il serpentedragoracolo che la vulgata vuole ucciso brutalmente da Apollo, che all’ombra delle rocce Fedriadi gli si sarebbe sostituito nel culto del santuario, servendosi dell’intermediazione della sacerdotessa Pizia. Macché! Mica è andata così. Anzi, vi assicuro che Pitone, alla Pizia, faceva pure le fusa…

La cartolina dalle Meteore invece è dedicata ad un prezioso abitante di quell’aria azzurrina che si insinua tra monasteri e cipressi sospesi: si tratta dell’avvoltoio egiziano (o capovaccaio), il più piccolo degli avvoltoi europei oramai purtroppo considerato in via di estinzione. Girando tra i pinnacoli di roccia abbiamo avuto la fortuna di incontrarlo e vederlo volteggiare, una maestà di piume bianche spiegate contro il temporale. Salvo poi documentarci e trovare che ha un muso tutt’altro che altero e regale!

A metà tra le foto e un diario, le cartoline disegnate sono forse soltanto un riflesso di ciò che quei luoghi hanno voluto concermi; per me, però, sono state l’illusione di rubarli e portarmeli via.

Come al solito, cliccando sull’immagine è possibile salvare la cartolina in PDF, in formato A6!

14 pensieri su “Sono arrivate le cartoline”

  1. Ma che figata! Povero avvoltoio egiziano, potevi lasciargli il beneficio del dubbio e la sua aura misteriosa…invece di metterlo a nudo così! 😀
    Mi piace come hai descritto queste cartoline, davvero come un modo per ritornare a quei giorni felici…e staccarsi per un attimo dal grigio del quotidiano. Le appendiamo agli armadietti? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.