La cornice zattera

cornice_legno_thumbIl potere evocativo dei legni spiaggiati: tanto contorti nella forma quanto lisci e piacevoli al tatto, dove vanno portano la voce della risacca, l’odore di sabbia bagnata e la memoria insondabile del loro lungo viaggio. Entrare all’improvviso in quel viaggio imprimendo una direzione ancora impensata per questi pellegrini è un privilegio ben noto alla civetta, che ama circondarsi di poetici relitti del mare.  Un lavoro su commissione, questa volta: semplicissimo e però allo stesso tempo di grandissima soddisfazione: una cornice vuota, da appendere al muro in mezzo a tante altre cornici di ogni forma, colore, provenienza. Non una cornice per incorniciare, una “cornice ente”. Una cornice che se il signor Robinson ne avesse avuta una di sicuro l’avrebbe fatta così (forse senza colla a caldo…), come una zattera legata con gli avanzi del sartiame.

cornice_legno1

Per montarla non ho fatto altro che incollare i legnetti accomodandoli a seconda delle loro storture, per poi fissare nuovamente gli incroci con lo spago. Sul dietro, messo in modo da rimanere nascosto, un pezzettino di spago fa sì che si possa appendere a un chiodino.

cornice_legno3

Ho voluto provare l’effetto sul mio muro, ma, mancando di un adeguato contorno, l’insieme era un po’ smorto; qualcuno però ha pensato di aggiungere una nota di colore, usando la cornice come trespolo!

cornice_legno2

12 pensieri su “La cornice zattera

  1. Inutile…i legnetti d’acqua hanno un fascino e una levigatura che manca a quelli dei boschetti, gli unici accessibili per me al momento🙂 bellissima idea! Su un muro dipinto a lavagna è una favola🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...