Il lampadario nassa

lampadario_rete_thumbQuando ho iniziato a pensarlo non avevo in mente un bagno a tema marino; ho solo scelto il colore del pavimento e delle pareti che più mi attirava, un mix di blu pavone e verde acqua, che, una volta ultimato, ha sortito un effetto  decisamente “liquido”. In un secondo tempo è arrivato il pesce di legni flottati, per una strada tutta sua; e ha deciso che sulla parete di quel bagno ci sarebbe stato proprio bene. Poi è arrivato il momento di acquistare fare il lampadario,

che mi ero immaginato come una gabbietta. Sfoglia di qua, pinna di là, disegna di su e prova di giù, però, l’ispirazione originale si è trasformata: un paralume quasi impalpabile, dalle forme essenziali e in materiale estremamente povero e “raw”.

lampadario_rete1

Dopo aver deciso le misure mi sono fatta costruire da un amico artigiano il fusto della lampada di forma troncoconica; mi sono poi procurata la rete da polli (o da conigliera) e un portalampada semplicissimo Ikea.

lampadario_rete2

Piano piano ho poi iniziato a ricoprire il fusto con la rete. Per lavorarla occorrono le pinze, per tagliarla… dipende dagli “attrezzi” che ci sono in casa!😉 Prima ho sistemato il bordo inferiore sfruttando l’orlo rettilineo della rete, ed è stato durante questa operazione che mi è venuta l’idea di dare la forma di una nassa al lampadario.

lampadario_rete3

Per ricoprire i fianchi ho via via ritagliato dei trapezi di rete grandi quanto il riquadro da coprire, così che la rete risultasse sempre perfettamente tesa. Per agganciarla al fusto ho semplicemente piegato tutti i monconi di filo metallico. Una volta finiti i fianchi ho coperto la parte superiore con un disco, in cui ho ritagliato un foro grande quanto il portalampada.

lampadario_rete4

All’interno infine ho sistemato una lampada alogena con il bulbo sferico e di grandi dimensioni, più decorativa di una normale lampadina “a pera”. Quando è accesa, la luce che riempie il bagno è immateriale e le pareti si coprono dei bagliori e delle ombre leggere della rete metallica, proprio come i raggi di sole che filtrano sott’acqua! Che dite lo prenderò qualche pesce-premio per la mia aiutante?

lampadario_rete5

10 pensieri su “Il lampadario nassa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...