Il cestino per il pane caldo

cestino_pane_thumbChe sia cestino-per-il-pane caldo o cestino per il pane-caldo, fate voi, tanto sono caldi tutti e due. Questo indispensabile orpello da apparecchiatura mi è stato espressamente richiesto come regalo di Natale dall’amichetta del cuore (insieme a qualche altra cosa che però mi fa un po’ fatica e quindi da due anni attende ancora soddisfazione…) e, sebbene non ne avessi mai visti, mi sono subito cimentata volentieri. Si tratta di un semplice portapane di stoffa, all’interno del quale è posizionato un cuscino riempito di semi, che si può scaldare in forno o al microonde e mantiene il calore a lungo. Proprio come i cuscini per i dolori!

cestino_pane1

Per realizzarlo ho cucito separatamente il contenitore, come un sacchetto con base quadrata, e il piccolo cuscino da adagiare all’interno, della stessa misura della base. Dopo qualche ricerca in rete ho visto che i semi più adatti per l’imbottitura sono quelli di lino (se è stagione vanno bene anche i noccioli di ciliegia).

Il principio per cucire il contenitore foderato è lo stesso dei sacchettini o delle borse; qui bisogna però prevedere di allargare la base come indicato nello schema, e prendere le misure di conseguenza se lo vogliamo perfettamente quadrato. I triangoli da tagliare via dovranno quindi risultare isosceli e con la base della stessa misura del lato del cestino finito.

SCHEMA_CESTINO

Una volta eliminata la stoffa in eccesso basterà rovesciare il lavoro e infilare la parte della fodera all’interno di quella che vogliamo all’esterno (ma il cestino sarà comunque double-face). L’apertura, a differenza di quanto indicato nel disegno, è meglio lasciarla nella cucitura sul fondo, così che poi la sua giuntura resterà nascosta.

cestino_pane2

A seconda dell’altezza del contenitore sarà poi possibile rovesciarne i bordi superiori, un po’ come si fa quando si arrotola un sacchetto. Questo darà anche ulteriore sostegno alle pareti.

cestino_pane3

E ora vi sfido a non far colazione con brioches calde e Nutella!

23 pensieri su “Il cestino per il pane caldo

  1. bellissima,meravigliosa idea..io già uso i semi di lino,faccio dei cuscinetti e caldi sono miracolosi x tosse,ma di gola e cervicale,grazie ,voglio provare a farlo per me,il pane messo li deve esssere delizioso,se qk li ha giaà sperimentati potrebbe mettere le misure?????se non chiedo troppo!!!
    E poi volevo chieder a te Francy,sempre se è troppo ,io ho un bellissimo logo che uso da due anni(dico bellissimo perche me lo ha creato mia figlia apposta per me)..però sto impazzendo per postarlo sulle foto dei miei lavoretti…ho provato con vari programmi…niente non sono capace,se non chiedo troppo mi potresti aiutare…nel caso ti mando la mia mail..o quello che vuoi..grazie infinite,adriana

    • Ciao Adriana benvenuta! Il mio cestino è circa 22 cm di lato, ma puoi farlo della misura che preferisci. Il mio logo l’ho disegnato a mano, scansionato e rielaborato con Photoshop. Con la bacchetta magica è facile scontornare o riempire con un colore che si intona alla foto su cui lo vuoi applicare. Ci sono molte blogger che si occupano di grafica, se vuoi un consiglio esperto ti consiglio Alex di http://cecrisicecrisi.blogspot.it/ o Silvia di http://www.tinethelazy.com/. A presto!
      Silvia (non Francy!🙂 )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...