L’orologio shabby (kitsch)

orologio_thumbNo no, non ho sbagliato a scrivere e non ho neanche  inventato un nuovo stile. L’orologio voleva essere in stile shabby, probabilmente chic, ma in realtà mi sa che è un po’ una pacchianata… Comunque. In genere quando nei negozi mi capita di vedere arredi o complementi, per lo più chiari, dall’aspetto vissuto e usurato, che spesso vanno di pari passo con pizzi, rose e gabbiette, me ne sento attratta irresistibilmente. Ma visto che non abito in un cottage circondato da aiuole di bluebell, ho sempre lasciato perdere. Credo che in questo stile il confine tra il romantico e lo stucchevole sia spesso impercettibile, e, nell’incertezza di averlo superato, sono ancora qui che guardo il mio orologio interrogandomi se debba restare in salotto o tornare in garage da dove è venuto.

Considerando com’era prima, tuttavia, un gran danno credo di non averlo fatto:

orologio1Per prima cosa ho dipinto tutto di bianco, con l’impregnante ad acqua usato per il tavolino. Non ho considerato, però, che in questo caso il legno era trattato con qualcosa, per cui le innumerevoli mani che ci sono volute per avere un colore decente si sono ridotte, una volta asciugato il tutto, ad una sorta di pellicola adesiva che viene via molto facilmente… pazienza, ho pensato; tanto poi lo devo scartavetrare…

orologio2A onor del vero va detto infatti che non di vera tecnica decapata si tratta, ma di un surrogato semplificato: senza passare prima la superficie con la cera, mi sono limitata a scartavetrare un po’ a lavoro ultimato. Prima, però, il vero tocco d’artista: non sola pittura, ma, già che c’ero, anche un po’ di decoupage finto vecchio! (e forse era proprio di lì che passava il confine di cui sopra, e io l’ho saltato a pie’ pari…)

orologio4Ho quindi preso qualche pagina della solita antologia di greco, che ormai si sa che l’alfabeto greco è più bellino, e appiccicato qualche toppa strappata qua e là. Infine, una lucidatina ai pomelli dorati (ma poco ché sennò non è più shabby) e questo è il risultato finale:

orologio3Non mi resta che decidere cosa farne! (magari prima di rimetterci la pila…)

* * *

Hand drawn framesColgo l’occasione per segnalare un paio di novità, non degne di un apposito post ma per me significative: il logo con la civettina è cambiato, a favore di una versione più moderna, ed è stata da poco inaugurata una nuova “porta” per entrare nel Fancyhollow, la pagina Facebook! Se non trovate la strada basta cliccare l’icona in alto a destra, accanto a Twitter e Pinterest…😉

8 pensieri su “L’orologio shabby (kitsch)

  1. Ciao cara, io non lo trovo kitch ma simpatico. L’idea degli strappi in carta stampata mi piace molto. Forse l’unica nota che mi stona un po’ sono i pomelli lucidi, ma forse perchè non amo tutto ciò che luccica! Non rimetterlo in garage perchè sarebbe un peccato! E complimenti per la civetta!

  2. Secondo me hai fatto benissimo a “trattarlo”, quando una cosa non ci soddisfa così com’è è materiale perfetto per esperimenti e il tuo mi sembra ben riuscito…carta inclusa🙂

  3. Ma sai che a me non dispiace per niente? Non riportarlo in garage, sicuramente è più simpatico di prima.
    La prossima volta, se non vuoi che la vernice venga via come una pellicola, dagli una mano di fondo bianco all’acqua…. però così perderai la possibilità della decapatura surrogata!
    Buona domenica. =)
    Dani

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...