La camicia dipinta

(o anche: non tutte le ciambelle vengono col buco…)

In questi giorni ho portato avanti il mio progetto di “sbiadimento pilotato”, finalizzato al recupero di una camicia  rovinata che non utilizzavo più. Dopo tre giorni di ammollo in acqua e candeggina e un passaggio in acqua bollente e perborato, il colore finale che sono riuscita ad ottenere è un cipria sbiadito e un po’ triste, ma con le cuciture nere che sembrano fatte ora (di che sarà mai fatto quel filo? di criptonite?). Le strisce nere che avevo fatto in modo rimanessero sulle maniche e sui fianchi c’erano, ma non si può certo dire che da sole bastassero a ravvivare la situazione. Che si fa? Ok. I colori da stoffa ce li ho: dipingiamo. Tanto, buttare per buttare…

Visto che tutte le “finiture” sono nere, ho usato solo quel colore, ed ho disegnato delle sagome delicate di papaveri, in modo che sembrassero quasi tracciate a matita:

dettagli_camicia_papaveri

Ed ecco la camicia indossata:

camicia_papaveri

Tutto sommato adesso mi sembra portabile, quindi: esperimento non perfettamente riuscito, ma migliorabile e da ripetere!

4 pensieri su “La camicia dipinta

  1. Anch’io ho fatto qualche prova in passato… la coloritura è meno rischiosa della scoloritura! Per esperienza personale, tutti i fili sembra siano fatti di criptonite! Però il risultato finale è notevole!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...