Cartoline dalla città: Venezia e Firenze

Poco tempo per il craft, ultimamente; il cervellino però è sempre in movimento e tutti i progetti accumulati necessitano di una valvola di sfogo… al momento l’ho trovata nel disegno, che non richiede un grande armamentario per essere “apparecchiato” ogni volta, così come per essere messo via. Basta sedersi col blocco e la matita, anche pochi minuti per volta, anche fuori casa. La rielaborazione poi può arrivare in qualsiasi momento, con calma, che si tratti del colore o dell’acquisizione in digitale. Il disegno come craft to go, insomma. E funziona! Continua a leggere

T.T.T. (Tropical Toucan T-shirt!)

L’anno scorso erano fenicotteri e unicorni; quest’anno sono le foglione di palma e monstera che spadroneggiano su tessuti, cuscini e abbigliamento, con ogni richiamo possibile alla jungla tropicale. All’inizio non li vedi neanche; poi magari storci il naso; e invece alla fine ti abitui e, non sai come, ma ti piacciono anche! Così, incurante di aver pensato che sono tornate in voga quelle terribili fantasie da divano anni Ottanta e che le magliette con le maxi stampe o le grafiche con i disegnini fitti fitti e ripetuti (pardon, “patternizzati”) ce le avevi sul pigiama palazzo coi bottoni a caramella quando avevi dieci anni, Continua a leggere

Una crostata… disegnata

Ognuno le ricette le fa a modo suo. Anche attenendosi scrupolosamente alle indicazioni, ogni cuoco ha i propri strumenti, i propri ingredienti segreti, il proprio tocco. Quello di Alice, per esempio, è inconfondibile, specialmente se si tratta di dolci e di dolci rosa. Basta guardarne le foto per evocare cucine piastrellate di bianco, con mazzi di lavanda e stampi di rame appesi alle pareti, lunghi banchi di legno consunto, mortai in marmo e frullini a manovella; Continua a leggere

Gatti maghi & cartoline *

In questo post ci sono le anime di due blog; ci sono dei gatti, veri, finti e immaginati; ci sono un sentimento condiviso e un’ispirazione fulminea dalla realizzazione lunga e strascicata. Tutto sintetizzato in una cartolina, un po’ affiche un po’ pagina di Harry Potter.
A suggerirmi l’idea è stata una frase di un post di Benedetta, una pagina che parlava più di nuvole che di gomitoli e una delle tante da cui fa capolino il suo micio Merlino.

Continua a leggere

Spugne & conigli

Ci sono le ricorrenze; ci sono le tradizioni, quelle che hanno un sapore speciale perché sono nate contestualmente alla ricorrenza stessa; ci sono le amiche e ci sono i picnic di primavera. E fin qui, penso che anche dall’esterno il ragionamento si possa seguire. E poi però ci sono i conigli: quelle infinite repliche di un unico e oramai mitico esemplare, che come ogni nume tutelare che si rispetti nessuno sa mai dov’è ma si materializza ogni volta al momento giusto in una veste diversa. E sul coniglio il collegamento diventa un po’ meno immediato, Continua a leggere

Un gatto tattile

…per salvare Pistache! Pistache è la sorella-gatta di Agata. È la sua amica di poppate, coinquilina di box e collega di palestrina; adesso che gattonano ad armi zampe pari, anche compagna di giochi. E nessun pupazzino di Agata, per quanto morbido o colorato, può competere col pelo setoso e il fascino di una micia piratessa monocola che scruta ogni suo mivimento. Continua a leggere