Il calendario dell’avvento di Bice

bice_thumbVi presento Bice, la renna scalatrice. È la protagonista del mio avvento di quest’anno, anche se lei lo chiama conto alla rovescia perché l’avvento non sa neanche cosa sia. Bice è una tipa tosta; è flemmatica, sistematica, inarrestabile. Sa che il suo obiettivo è l’albero e che ha ventiquattro giorni per raggiungerlo, a tappe serrate; ma non bara, eh? per ora è lì, ferma ai blocchi di partenza, si concentra e focalizza la stella lassù in cima. Continua a leggere

Spank infeltrito

spank_thumb“Dai dai me lo fai tu per favoreeee????? Tipregotipregotipregoooooooo!!!!!” “Ma…” “Ti faccio Spank!” Ed è stato subito un irrevocabile, convinto, sonoro ““. Nasce con una storia di ordinaria corruzione tra amiche-colleghe, questa piccola creazione. Uno dei piccoli grandi favori che solo un’offerta irrifiutabile come uno Spank può spingere ad accettare. Uno Spank che ancora non sai di cosa o quanto grande sarà, ma che come surrogato di quello vero, un po’ troppo difficile da conquistare, andrà sicuramente benone. Il bello di lavorare con chi è cresciuto a merende e BimBumBam, e che ancora non si è accorto che erano trenta anni fa! Continua a leggere

Kouign-amann, il coniglio bretone

km_thumbDa qualche giorno Agata ha un nuovo amico. Per ora stanno vicini e si studiano, non si capiscono ma speriamo che poi si staranno simpatici. Lui ancora non parla la nostra lingua, lei ancora non parla proprio: una nonna francese forse li aiuterà ad uscire da questa impasse. Kouign-amann infatti arriva dalle burrascose coste bretoni ed è un coniglio di mare, guardiano di un faro sulle scogliere di granito rosa…

Continua a leggere

L’eredità (LaNecchi is back)

necchi_thumbNecchi 523. Una marca e un numero, scritti belli grossi sul celeste pastello della copertina del manuale di istruzioni. Oppure Julia, come l’ha chiamata il titolare del negozio di riparazioni, con riferimento ad un modello molto simile, nato con qualche anno di scarto e poche varianti rispetto a lei. Continua a leggere

Arriva Agata!

totoro_thumbPrima c’erano i “fiocchi”; ora si chiamano ancora così, ma per fortuna del fiocco non hanno più niente… ci sono ghirlande, mongolfiere, quadretti, e soprattutto ci sono tanti colori e pupazzini. E per accogliere Agata c’è Totoro, accompagnato dai Nerini del buio: perché Totoro lo vedono solo i bambini, e perché viene dal Giappone e Agata e il Giappone hanno un segreto speciale. E poi perché Totoro piace tanto alla mamma e alla sottoscritta, che se ne sono approfittate! Continua a leggere

Una ricetta illustrata: calamari marinati su crema di riso Venere

ricetta_calamari_thumbCreatività e cucina sono spesso un binomio vincente, si sa, e pure le collaborazioni tra craftblogger e foodblogger è dimostrato che vanno a buon fine. Se poi si tratta di una cuoca e una artigiana un po’ tigne, meglio ancora (con buona pace di non è toscano, che si perderà la deliziosa sfumatura del traslato…). Continua a leggere

Il sacchetto del pane (di stoffa!)

portapane_thumbOgni tanto la produzione nel Fancyhollow si ripete, anche se difficilmente la civetta lavora in serie. Questa volta ho replicato un oggetto già fatto, in forma un po’ più semplice ma con l’aggiunta di una piccola decorazione. L’idea è quella di un cestino per il pane di stoffa, un po’ rigido e che stia in piedi da solo: un cestino i cui bordi si possono arrotolare, proprio come quelli di un sacchetto (del pane, appunto…); in questo caso anche il colore ricorda il marroncino della carta!

Continua a leggere